skip to Main Content

Leonardo in esclusiva per Filo

L’assessore alla Cultura del comune di Milano l’ha definito “l’eroe di Expo 2015”, ma il multiforme genio di Leonardo da Vinci è anche fonte di ispirazione per la 44ª edizione di Filo. A partire dalla mostra aperta in esclusiva per espositori e visitatori.

Read more

Un magazine per Filo

Edizione nuova, sito nuovo: in vista del suo quarantaquattresimo appuntamento Filo ha infatti messo on line un sito completamente rinnovato, dove le informazioni istituzionali si affiancano a immagini, foto, notizie e curiosità da tutto il mondo tessile e del sistema della moda.

Read more

Leonardo “ispira” Filo l’edizione n. 44

Il road-show di FILO – 44a edizione della fiera internazionale di filati e fibre destinati all’alto di gamma – si concentrerà il prossimo ottobre a Milano sugli obiettivi e le novità trovando ispirazione nel genio di Leonardo da Vinci.

Sottolineando le novità, sui progetti e sulle iniziative messe in atto per favorire una costante crescita della rassegna, Paolo Monfermoso, responsabile FILO, ha annunciato la prima novità della 44a edizione di FILO è di alto profilo culturale e comunicativo, messa a disposizione degli espositori di FILO per i loro clienti. Si tratta della possibilità di visitare “Inside The Last Supper – Dentro l’Ultima Cena” la mostra dedicata a Leonardo da Vinci, che si tiene nel chiostro del Palazzo delle Stelline per tutta durata di Expo e che aperta in esclusiva nei due giorni di FILO.

La seconda novità riguarda il lay-out della rassegna, ridisegnato in questa occasione con l’espansione verso nuovi spazi del Palazzo delle Stelline e la dislocazione dell’Area Tendenze in uno spazio ancora più suggestivo e inteso a richiamare con maggior forza il concetto di “giardino delle idee tessili”. Anche la FILOLounge, dedicata agli espositori e ai loro ospiti, “trasloca” in questa edizione in spazi più aperti e consoni a offrire un’oasi di relax nei due concitati giorni di fiera.

La terza novità riguarda il sito web www.filo.it, riformulato in una chiave che rafforza la vocazione business to business della fiera.

Un occhio diverso anche per i mercati esteri rafforzando l’incoming di buyer internazionali, grazie anche alla preziosa e costante collaborazione con Ice-Agenzia. Ma anche portando FILO sui mercati internazionali attraverso la partecipazione alla fiera di Shanghai in collaborazione con Milano Unica e sotto l’egida del ministero dello Sviluppo economico, con il riconoscimento di FILO come la fiera di riferimento dei filati made in Italy. Un progetto sul quale che è stato possibile realizzare anche grazie al sostegno fondamentale di Sistema Moda Italia. Si potrà così mettere in primo piano l’altissima qualità dei prodotti della filiera tessile made in Italy e mostrarla nella sua concretezza ai possibili clienti di mercati lontani.

Sulla stessa linea l’intervento di Marinella Loddo direttore dell’ufficio di Milano di Ice-Agenzia: “Quella con FILO è una partnership che dura da tempo e che intendiamo portare avanti per far conoscere nel mondo l’eccellenza italiana nei filati. Come di consueto, sceglieremo i partecipanti alla delegazione di buyer stranieri che Ice-Agenzia porta a FILO ascoltando le richieste delle aziende espositrici. Certo ci concentreremo sui mercati più interessanti per le filature italiane come quelli europei o degli Stati Uniti, ma guarderemo anche a mercati nuovi: Turchia, Cina, India e Giappone, per esempio”. Dalla promozione sui mercati il discorso si è poi allargato alle ispirazioni stilistiche per le collezioni che saranno esposte alla 44a edizione di FILO.

Gianni Bologna (responsabile creatività e stile di FILO) ha tracciato le linee-guida dello tendenze stilistiche studiate per la 44a edizione di FILO: rimandano un invito a tutto il sistema della moda a guardare al futuro, prendendo spunto dalla definizione che di questo concetto avrebbe dato Leonardo da Vinci. “L’apparente contrapposizione presente-futuro – ha dichiarato Bologna – è la chiave interpretativa della nostra creatività”. E dunque le aziende devono puntare alla re-invenzione dei filati e dei materiali, rafforzando la tecnicità anche nei settori cosiddetti “classici”, che restano la punta di diamante dell’industria tessile italiana. Il tutto sviluppato lungo quattro temi: Età dell’uomo come persona, Età delle macchine, Età della concorrenza come lotta diffusa, Età della delle rarirà botaniche.

È stata infine PierCarla Delpiano, presidente di Fondazione Stelline, a delineare il fil-rouge che lega la mostra “Inside the Last Supper” al made in Italy nelle sue diverse espressioni. “Attraverso l’Hub Leonardo riusciamo a promuovere un incontro di culture (come accade in fiere come FILO) e a suggerire le moltissime sfaccettature del genio italiano ai turisti e agli operatori stranieri che in questo periodo arrivano a Milano. E siamo molto felici di poter offrire tutto ciò in esclusiva a FILO nei due giorni della rassegna perché i valori di FILO sono i nostri migliori, quelli che esportiamo nel mondo”.

La 44a edizione di FILO avrà luogo al Palazzo delle Stelline di Milano il 30 settembre-1° ottobre 2015.

Meta in Italy, 2 luglio 2015

Scarica file

 

Filo prepara la nuova edizione e lancia il nuovo sito

Si ispira a Leonardo la nuova edizione di Filo, prevista al Palazzo delle Stelline di Milano il 30 settembre e 1 ottobre. Nella stessa location milanese, infatti, si svolgerà in contemporanea la mostra “Dentro l’ultima cena“, una mostra multimediale che rappresenta un viaggio emozionale e di approfondimento all’interno del capolavoro leonardesco.

Ma il parallelismo con Leonardo non finisce qui. L’estro creativo di Gianni Bologna ha infatti elaborato le tendenze stilistiche per la 44a edizione di FILO ispirandosi al futuro, prendendo spunto dalla definizione che di questo concetto avrebbe dato Leonardo da Vinci, e puntando alla re-invenzione, alla tecnicità anche nei settori cosiddetti “classici”, che restano la punta di diamante dell’industria tessile italiana. Le quattro tendenze esplorano infatti l’età dell’uomo come persona, l’età delle macchine, l’età della concorrenza come lotta diffusa, l’età delle rarità botaniche.

Grande novità per gli espositori di Filo è anche la possibilità di essere a Shanghai dal 13 al 15 ottobre con importanti agevolazioni a livello economico: Filo è infatti fra le fiere considerate idonee dal vice ministro allo Sviluppo Economico, Carlo Calenda, per essere portate all’estero ed è stata incentivata in questo senso. «Alla trasferta cinese parteciperanno 15-20 aziende – chiarisce Paolo Monfermoso -. Il costo per uno stand di 15 metri quadri pre-allestito è di 3mila euro soltanto: un prezzo molto vantaggioso». La “trasferta” cinese di Filo si terrà in una location del National Exhibition and Convention Center confinante con Milano Unica China sui tessuti, per una mostra il più completa possibile della filiera italiana.

Una veste del tutto nuova anche per il sito della manifestazione, che vi invitiamo a visitare soprattutto nell’interessante parte dedicata ai video. Buona lettura!

Technofashion, 25 giugno 2015

Scarica file

 

 

Filo, la 44a edizione è ricca di novità!

L’edizione italiana dal 30 settembre al 1 ottobre, presso il Palazzo delle Stelline di Milano, sarà dedicata alla genialità di Leonardo da Vinci, nel suo concetto di presente incredibilmente già futuro, declinano i temi di Gianni Bologna che suggeriscono innovazione e creatività per visioni future. Nei giorni della manifestazione visitatori ed espositori potranno ammirare in esclusiva la bellezza delle opere esposte all’interno del palazzo, del grande genio rinascimentale. Si apre una nuova stagione per Filo che, come anticipato, sbarcherà a Shanghai dal prossimo ottobre, dal 13 al 15. Grazie alla collaborazione con ICE, il supporto di Sistema Moda Italia e il finanziamento di Mise, il progetto vedrà la luce in Cina in concomitanza a Milano Unica con la quale condividerà lo spazio, seppur mantenendo la propria autonomia di Salone. Questa iniziativa, rappresentativa della filiera tessile italiana, è stata fortemente sostenuta anche dal Ministro Calenda che, come Paolo Monfermoso, responsabile di Filo, valuta l’importanza di presentare con le nostre aziende tutto il valore del Made in Italy.

Collezioni Trends, 25 giugno 2015

Scarica file

Filo: Leonardo “ispira” l’edizione n. 44

Il 23 giugno 2015 si è tenuta a Milano, al Palazzo delle Stelline, la conferenza stampa di presentazione della 44a edizione di FILO, in programma il 30 settembre-1° ottobre 2015.
Dopo l’appuntamento del giorno precedente a Biella, rivolto in primo luogo agli espositori, il road-show di FILO si è concentrato in particolare sulla presentazione degli obiettivi e delle novità della 44a edizione della fiera internazionale di filati e fibre destinati all’alto di gamma. E che ha nel genio di Leonardo da Vinci una fonte di ispirazione ideale.

Nel corso della conferenza stampa di Milano, Paolo Monfermoso, responsabile FILO, si è soffermato sulle novità, sui progetti e sulle iniziative messe in atto per favorire una costante, ma ragionata crescita della rassegna e che si esplicano in questo secondo semestre 2015 soprattutto in campo internazionale.

La prima novità della 44a edizione di FILO è una opportunità di alto profilo culturale e comunicativo, messa a disposizione degli espositori di FILO per i loro clienti. Si tratta della possibilità di visitare “Inside The Last Supper – Dentro l’Ultima Cena” la mostra dedicata a Leonardo da Vinci, che si tiene nel chiostro del Palazzo delle Stelline per tutta durata di Expo e che nei due giorni di fiera sarà aperta in esclusiva per FILO.

La seconda novità riguarda il lay-out della rassegna, ridisegnato in questa occasione con l’espansione verso nuovi spazi del Palazzo delle Stelline e la dislocazione dell’Area Tendenze in uno spazio ancora più suggestivo e inteso a richiamare con maggior forza il concetto di “giardino delle idee tessili”.

Anche la FILOLounge, dedicata agli espositori e ai loro ospiti, “trasloca” in questa edizione in spazi più aperti e consoni a offrire un’oasi di relax nei due concitati giorni di fiera.

La terza novità riguarda il sito web www.filo.it, completamente rivisto e riformulato in una chiave che rafforza la vocazione business to business della fiera. Il design e i contenuti del nuovo sito (realizzato da Timetocomm) rispondono alle logiche più attuali, consentendo un’esperienza di navigazione ottimale anche da dispositivi “mobile”. Sono tante le novità da scoprire sulla nuova piattaforma web di FILO e moltissime le azioni mirate a facilitare il lavoro dei professionisti del sistema moda.

Per quanto riguarda il capitolo internazionalizzazione, Monfermoso ha sottolineato come dal 2015 FILO abbia iniziato a “guardare i mercati esteri con occhi diversi. Da una parte rafforziamo l’incoming di buyer internazionali, grazie anche alla preziosa e costante collaborazione con Ice-Agenzia. Dall’altra, portiamo FILO sui mercati internazionali attraverso la partecipazione alla fiera di Shanghai in collaborazione con Milano Unica e sotto l’egida del ministero dello Sviluppo economico, con il riconoscimento da parte del viceministro Carlo Calenda di FILO come la fiera di riferimento dei filati made in Italy. Si tratta di un progetto sul quale riflettiamo da qualche tempo e che è stato possibile realizzare anche grazie al sostegno fondamentale di Sistema Moda Italia. Il nostro obiettivo è quello di portare all’estero le nostre aziende, mettendo in primo piano l’altissima qualità dei prodotti della filiera tessile made in Italy e mostrandola nella sua concretezza ai possibili clienti di mercati lontani, come quello asiatico nel caso di Shanghai”.

Sulla stessa linea l’intervento di Marinella Loddo direttore dell’ufficio di Milano di Ice-Agenzia: “Quella con FILO è una partnership che dura da tempo e che intendiamo portare avanti per far conoscere nel mondo l’eccellenza italiana nei filati. Come di consueto, sceglieremo i partecipanti alla delegazione di buyer stranieri che Ice-Agenzia porta a FILO ascoltando le richieste delle aziende espositrici. Certo ci concentreremo sui mercati più interessanti per le filature italiane come quelli europei o degli Stati Uniti, ma guarderemo anche a mercati nuovi: Turchia, Cina, India e Giappone, per esempio”.

Dalla promozione sui mercati il discorso si è poi allargato alle ispirazioni stilistiche per le collezioni che saranno esposte alla 44a edizione di FILO.
Gianni Bologna (responsabile creatività e stile di FILO) ha tracciato le linee-guida dello tendenze stilistiche studiate per la 44a edizione di FILO: rimandano un invito a tutto il sistema della moda a guardare al futuro, prendendo spunto dalla definizione che di questo concetto avrebbe dato Leonardo da Vinci. “L’apparente contrapposizione presente-futuro – ha dichiarato Bologna – è la chiave interpretativa della nostra creatività”. E dunque le aziende devono puntare alla re-invenzione dei filati e dei materiali, rafforzando la tecnicità anche nei settori cosiddetti “classici”, che restano la punta di diamante dell’industria tessile italiana. Il tutto sviluppato lungo quattro temi: Età dell’uomo come persona, Età delle macchine, Età della concorrenza come lotta diffusa, Età della delle rarirà botaniche.

È stata infine PierCarla Delpiano, presidente di Fondazione Stelline, a delineare il fil-rouge che lega la mostra “Inside the Last Supper” al made in Italy nelle sue diverse espressioni. “Attraverso l’Hub Leonardo riusciamo a promuovere un incontro di culture (come accade in fiere come FILO) e a suggerire le moltissime sfaccettature del genio italiano ai turisti e agli operatori stranieri che in questo periodo arrivano a Milano. E siamo molto felici di poter offrire tutto ciò in esclusiva a FILO nei due giorni della rassegna perché i valori di FILO sono i nostri migliori, quelli che esportiamo nel mondo”.

La 44a edizione di FILO avrà luogo al Palazzo delle Stelline di Milano il 30 settembre-1° ottobre 2015.

Biella, 25 giugno 2015

Scarica file

 

Pambianco – Filo punta sulla Cina

giugno 24th, 2015 

Filo, fiera dedicata ai filati che quest’anno giunge alla 44esima edizione, ha in serbo importanti novità: la manifestazione sbarcherà in Cina, scegliendo Shanghai come scenario per il suo debutto. L’organizzazione, per il suo sbarco in Oriente, ha collaborato con Ice che, tramite il supporto del Mise, finanzierà e supporterà il progetto. Filo, che sarà a Shanghai dal 13 al 15 ottobre, condividerà la location con Milano Unica pur rimanendo una fiera a sé stante. “Già durante la scorsa edizione avevamo iniziato a riflettere su questo progetto – ha dichiarato a Pambianconews Paolo Monfermoso, responsabile di Filo – e il ministro Calenda ci ha dato la spinta per riuscire. Il nostro desiderio è quello di portare all’estero le nostre aziende, facendo capire l’importanza del Made in Italy. Il sostegno di Ice con il Mise, oltre che di Sistema Moda Italia, è stato fondamentale”.

Ma, oltre ai progetti cinesi, Filo si prepara a dare il via alla consueta edizione italiana che si svolgerà dal 30 settembre al 1 ottobre presso il milanese Palazzo delle Stelline. Il focus sarà su Leonardo da Vinci e sul suo concetto di futuro e di creatività. I temi della manifestazione sono quattro e prendono ispirazione dal lavoro dell’artista: l’età dell’uomo come persona, in cui sono protagonisti la leggerezza e le fibre naturali; l’età delle macchine, in cui sono contrapposti elementi lucidi e opachi; l’età della concorrenza come lotta diffusa, con tessuti resistenti e molto decorati; e l’età delle rarità botaniche, con pizzi floreali e tessuti jacquard.

Scarica file

Fashion – Filo scalda i motori per l’edizione di Milano ma anche per quella di Shangai

FILATI mercoledì 24 giugno 2015

Presentata ieri, 23 giugno, a Milano la 44esima edizione del salone dei filati Filo, in programma dal 30 settembre al primo ottobre 2015 a Palazzo delle Stelline. Oltre alle news relative alla sessione alle porte, sono state illustrate le tendenze e la novità assoluta rappresentata da Filo Shanghai.

La conferenza stampa di ieri si è tenuta nella sede dell’Ice all’interno di Palazzo delle Stelline, a sottolineare la forte collaborazione fra l’agenzia per la promozione all’estero delle imprese italiane e Filo. «Una partnership che dura da tempo e che intendiamo portare avanti per far conoscere l’eccellenza italiana nei filati nel mondo», ha detto Marinella Loddo, direttore dell’ufficio Ice di Milano.

Piercarla Delpiano, presidente di Fondazione Stelline, ha anticipato che, durante la prossima edizione di Filo, Palazzo delle Stelline ospiterà la mostra su Leonardo “Inside the Last Supper”, che espositori e compratori potranno vedere in esclusiva: un ottimo biglietto da visita per la manifestazione. Leonardo è un simbolo del genio italiano e l’exhibition pare sia molto suggestiva.

Per contro, lo svolgimento in contemporanea della mostra leonardesca impone a Filo alcuni cambiamenti nel layout della rassegna. La tensostruttura, in passato ospitata nel chiostro centrale rispetto ai corridoi del percorso espositivo, sarà allestita nel giardino a fianco. Si cercherà tuttavia di creare un forte collegamento tra gli spazi e nuove aree gradevoli e d’impatto. «La richiesta di adesioni sta andando molto bene – ha fatto sapere il responsabile di Filo, Paolo Monfermoso -. Siamo già oltre le 70 presenze».

Altra novità della fiera è il sito, completamente rinnovato, più ricco e funzionale, che sarà online da oggi, forte di un bilancio di 5mila iscritti già raggiunti dalla relativa newsletter.

Gli espositori italiani di Filo avranno la possibilità di essere a Shanghai dal 13 al 15 ottobre: Filo è infatti fra le fiere considerate idonee dal vice ministro allo Sviluppo Economico, Carlo Calenda, per essere portate all’estero ed è stata incentivata in questo senso. «Alla trasferta cinese parteciperanno 15-20 aziende – chiarisce Paolo Monfermoso -. Il costo per uno stand di 15 metri quadri pre-allestito è di 3mila euro soltanto: un prezzo molto vantaggioso».

La “trasferta” cinese di Filo si terrà in una location del National Exhibition and Convention Center confinante con Milano Unica China sui tessuti, per una mostra il più completa possibile della filiera italiana.

La giornata di ieri ha visto anche la presentazione delle tendenze stilistiche studiate per la 44esima edizione da Gianni Bologna, che ha ricordato come innovazione e creatività devono sempre guidare il lavoro dei filatori. (nella foto, da sinistra a destra, Marinella Loddo, Paolo Monfermoso e Pierarla Delpiano)

Scarica file
Back To Top