skip to Main Content

Tessile-abbigliamento: quanto costa la Brexit

Dal 31 dicembre 2020 il Regno Unito lascia definitivamente l’Unione europea. Ma quale sarà il costo per il tessile-abbigliamento? Lo calcola uno studio commissionato da Euratex e realizzato dall’università di Lovanio (Belgio).

Lo studio rivela che una Brexit “no deal” avrebbe un impatto negativo sull’industria tessile-abbigliamento, con la perdita di oltre 100 mila posti di lavoro nella UE e di più di 27 mila nel Regno Unito. Le perdite di output per il Regno Unito sarebbero pari al 41,8% del suo valore aggiunto nella produzione di T&A, mentre l’UE-27 nel suo complesso perderebbe circa il 9,7%.
Uno scenario “soft Brexit” (cioè con un accordo) ridurrebbe i danni, ma sconvolgerebbe comunque le catene del valore europee e condurrebbe a pesanti perdite di posti di lavoro: l’UE a 27 perderebbe 17.786 posti di lavoro e l’1,7% di valore aggiunto.
La maggior parte della perdita di posti di lavoro nell’UE a 27 avverrebbe in Italia, Romania, Portogallo, Germania, Francia, Spagna e Polonia.

 

Biella, 16 Dicembre 2020

Back To Top