skip to Main Content
Sistema Moda Italia Analizza La Congiuntura

Sistema Moda Italia analizza la congiuntura

Sistema Moda Italia, con il supporto del Centro studi di Confindustria Moda, ha elaborato una nota sull’andamento dei consumi di tessile e abbigliamento in Italia e un aggiornamento dei dati sull’utilizzo della cassa integrazione da parte delle aziende del settore.

I consumi di tessile e abbigliamento in Italia nel bimestre marzo-aprile 2020 sono scesi del -69,3%, mentre i primi quattro mesi del 2020 cedono il -33,7% a valore. I cali riguardano in egual misura i prodotti uomo e donna. A evitare il blocco totale dei consumi ha contribuito solo l’e-commerce, cresciuto di oltre il 10%.
Quanto alla cassa integrazione, nel periodo gennaio-maggio 2020, sulla base dei dati diffusi dall’Osservatorio statistico dell’Inps, le ore complessivamente autorizzate per l’industria tessile-moda risultano pari a 64.741.278. Tuttavia, a maggio le ore autorizzare totali sono state 14.044.144, con una decisa contrazione (-70,1%) rispetto al dato di aprile (47.024.611).
Secondo Marino Vago, presidente di Smi: “Questi dati evidenziano due principali fattori: il primo che dalla riapertura gli imprenditori stanno creando tutte le condizioni possibili per tenere saldi i mercati ed evadere gli ordini, al fine di mantenere in vita la filiera in tutte le sue parti. Il secondo fattore è che le richieste d’aiuto che le imprese hanno rivolto al Governo trovano un’amara conferma nei numeri”.

 

Biella, 22 Luglio 2020

Back To Top