skip to Main Content

LA CONTRAFFAZIONE PRODUCE DANNI PER 5,2 MILIARDI

La contraffazione nel settore dell’abbigliamento, delle calzature e degli accessori ha causato nel 2020 un danno da 5,2 miliardi di euro al settore moda. Lo afferma l’associazione di consumatori Assoutenti nell’ambito di “Io sono originale”, un progetto volto a combattere il fenomeno e dare indicazioni utili ai consumatori.

Secondo Assoutenti, il fenomeno della contraffazione non solo non sembra arrestarsi, ma, al contrario, ha avuto un incremento durante l’emergenza sanitaria. Circa il 76% del totale dei prodotti “taroccati” sequestrati in Italia è composto proprio da articoli di abbigliamento, calzature e accessori.
“I dati sono in crescita anche in conseguenza del maggior uso che i consumatori fanno del web e dell’e-commerce, veri e propri “paradisi” per la contraffazione – spiega Assoutenti – Oggi si aggiunge poi la nuova frontiera dei social network: la contraffazione si avvale infatti sempre più di questi mezzi di condivisione sociale, mutando le proprie forme in maniera flessibile e sfuggente, tanto che identificare il venditore e la sua localizzazione diviene spesso molto difficile”.
I danni della contraffazione non sono solo economici, ma anche sanitari: i prodotti contraffatti contengono sostanze per lo più chimiche (come ammine aromatiche e coloranti azoici vietati) che possono creare seri danni alla salute dei consumatori, come allergie e dermatiti fino a conseguenze più gravi per la pelle.

 

Biella, 16 Giugno 2021

Back To Top