skip to Main Content

Confindustria lancia il “patto per la fabbrica”

“Un patto di scopo per la crescita con l’obiettivo di uscire dalle criticità italiane e costruire una effettiva dimensione europea” al quale tutti devono dare il loro contributo: imprenditori, lavoratori e loro rappresentanti, politica, banche e istituzioni finanziarie. Il “patto per la fabbrica” è la ricetta che il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ha lanciato dall’assemblea della sua confederazione.

Il primo passo del “patto” è l’azzeramento immediato del cuneo fiscale sull’assunzione dei giovani per i primi tre anni. Secondo Boccia è necessario “avviare una grande operazione per includere i giovani nel mondo del lavoro, perché la bassa occupazione giovanile è il nostro valore sprecato”. Serve allora “una misura forte, diretta, percepibile”, come il taglio del cuneo fiscale, “sapendo fin d’ora che poi dovremo ridurlo per tutti” ha aggiunto Boccia. Sulla questione salariale il presidente di Confindustria ha affermato che “La strada maestra per l’aumento delle retribuzioni è quella dei premi di produttività, da detassare in modo strutturale”.

Biella, 31 maggio 2017

Back To Top