skip to Main Content

Aziende biellesi caute sul terzo trimestre

L’indagine congiunturale dell’Unione Industriale Biellese sul terzo trimestre 2016 riflette una maggiore cautela nelle previsioni delle aziende, come d’altra parte succede ogni anno in questo periodo. L’indagine prende in considerazione le aspettative sui fattori chiave nella vita delle aziende: produzione, ordini dall’Italia e dall’estero, situazione dei pagamenti, occupazione e ricorso alla cassa integrazione, redditività.

I dati raccolti nell’indagine congiunturale dell’Unione Industriale Biellese rivelano in particolare che dopo tre trimestri consecutivi di saldo positivo delle previsioni sugli ordinativi totali ed esteri, si fa ora strada un atteggiamento di prudenza: il saldo fra ottimisti e pessimisti scende a -10,8% (era a 10,4% il trimestre precedente) per gli ordinativi totali e a -4,9% (era a 11,1% per il secondo trimestre 2016) per gli ordini esteri. Parallelamente si registra maggior cautela sull’occupazione (il saldo ottimisti-pessimisti è di 0,9%, tre mesi fa era al 8,5%) e sulle previsioni di redditività (prevalgono i pessimisti con -0,9%, per il secondo trimestre il saldo era 2,6%).
L’indagine nel suo complesso si può leggere a questo link

Biella, 9 novembre 2016

Back To Top