skip to Main Content

Aperta la 47ª edizione di Filo

Aperta la 47ª edizione di Filo
Oggi, 22 febbraio 2017, si apre a Milano la 47a edizione di Filo, il Salone dei filati e delle fibre. La rassegna si svolge al Palazzo delle Stelline (corso Magenta 61) e si conclude domani 23 febbraio 2017. Nel primo giorno il Salone è aperto dalle 9 alle 18, nel secondo dalle 9 alle 17.
A presentare la 47a edizione è Paolo Monfermoso, responsabile di Filo: «La 47a edizione di Filo propone come di consueto l’eccellenza dei filati per tessitura destinati all’alto di gamma. Abbiamo alcuni nuovi espositori, italiani e stranieri, a conferma che le scelte nel contesto organizzativo e la costante comunicazione sono state corrette, seguendo l’evoluzione del calendario fieristico del settore tessile-abbigliamento, è stata corretta. Ed è stata apprezzata non solo dalle aziende espositrici, ma da tutti gli operatori, a giudicare dal numero dei pre-accrediti richiesti dai buyer».
Continua Monfermoso: «In un contesto economico che cambia molto rapidamente ed è influenzato dal clima di incertezza politica a livello globale, il compito di una fiera come Filo è più che mai quello di offrire alle aziende che vi partecipano concrete opportunità di crescita e la possibilità di aumentare la loro competitività sul mercato interno e su quelli internazionali. Per questo motivo abbiamo voluto dedicare il convegno di inaugurazione, organizzato con Ice Agenzia e Sistema Moda Italia, al “Filo 4.0”, ovvero all’innovazione e digitalizzazione come fattori chiave per la crescita delle aziende. È un tema su cui Filo insiste da tempo, perché siamo convinti che l’innovazione dei prodotti e dei processi sia la strada obbligata per il successo delle nostre imprese, anche di quelle di piccola dimensione, perché possono ora sfruttare la diffusione delle tecnologie informatiche per inserirsi nelle catene globali del valore. Com’è nella tradizione di concretezza di Filo, il convegno ne offre subito un esempio tangibile soffermandosi sulle opportunità che si aprono per le imprese tessili in un paese come la Corea del Sud».
Conclude Monfermoso «D’altra parte, il ruolo primario di Filo è quello di far incontrare un’ offerta di filati di altissimo livello con una domanda altrettanto qualificata. Lo possiamo svolgere grazie anche alla lunga collaborazione con Ice-Agenzia, che ha portato a risultati molto soddisfacenti, e alle sinergie con Sistema Moda Italia per rafforzare sempre più la filiera italiana del tessile e dell’abbigliamento, un patrimonio unico al mondo.
E di questa unità e unicità possiamo vedere un simbolo nel fatto che oggi a Milano, oltre a Filo, si apre anche la Milano Moda Donna: il primo e l’ultimo anello della filiera made in Italy si presentano al mondo in contemporanea».
Sotto il profilo stilistico, con “Turisti per sempre” – il tema individuato per la 47a edizione -, Filo continua a delineare l’evoluzione del lusso e dell’alto di gamma, dove, pur nei continui mutamenti, la costante è la crescita dell’interesse per il made in Italy e le sue produzioni di eccellenza.
Secondo Gianni Bologna, responsabile creatività e stile di Filo, ci troviamo oggi in «un ambiente di visioni oblique e di piani paralleli o sovrapposti che come in un caleidoscopio generano un tipo di “fascino” non più rispondente ai canoni dell’estetica tradizionale. Nelle tendenze per la 47a edizione di Filo, ci soffermiamo dunque su spostamenti continui di significato, di spaesamenti e dislocazioni di piani temporali. In un contesto di andate e ritorni tra realtà e finzione, parliamo comunque in qualche modo sempre di “viaggi”».
Biella, 22 febbraio 2017

 

Scarica file

Back To Top