skip to Main Content

IL TESSILE EUROPEO È IN RIPRESA, MA C’È QUALCHE OMBRA

Gli ultimi dati economici sull’industria europea del tessile-abbigliamento confermano un’ulteriore ripresa dopo lo stop dovuto alla pandemia. L’attività tessile ha ripreso a correre e ha superato i risultati del quarto trimestre 2019 (+3,6%); il settore dell’abbigliamento resta ancora a -11,5%, ma continua a migliorare.

Nel secondo trimestre del 2021 il fatturato tessile europeo è aumentato del +3,3%, dopo una leggera contrazione nel primo trimestre. Cresce anche l’attività nel settore dell’abbigliamento (+7%).
La bilancia commerciale dell’UE-27 per il tessile-abbigliamento è migliorata, grazie soprattutto a un aumento delle vendite nei mercati terzi (+49% rispetto allo stesso trimestre 2020) e a un calo delle importazioni tessili, dovuto al crollo di quelle da Cina e Regno Unito.
La stabilizzazione della ripresa potrebbe però essere ostacolata da alcuni fattori: i costi di spedizione e dell’energia sono notevolmente cresciuti nell’ultimo periodo, così come i prezzi delle materie prime.

 

Biella, 27 Ottobre 2021

Back To Top