skip to Main Content

FILO METTE IN MOSTRA LA CREATIVITÀ SOSTENIBILE

Filo si propone sempre più come un luogo di incontro tra offerta e domanda di filati e di materiali tessili, che rispondono al concetto di creatività sostenibile. Forte di questa sua caratteristica, il Salone punta a offrire a espositori e visitatori una visione di filiera della produzione tessile: un approccio ormai irrinunciabile per rispondere a temi pressanti come quello della sostenibilità, tracciabilità, dell’economia circolare.

L’attenzione di Filo alla creatività sostenibile e alla filiera è un punto saldo della strategia della fiera: lo dimostrano la presenza tra gli espositori di produttori di filati, di fibre, di maglieria, e le tintorie. Ma lo dimostrano anche altre iniziative prese da Filo: primo, fra tutti il progetto sostenibilità del Salone, FiloFlow, che si propone come un progetto di tracciatura della filiera; oppure la costante presenza di Filo a Milano Unica. Come afferma Paolo Monfermoso, responsabile di Filo: “Filo si è sempre dimostrata aperta a qualsiasi tipo di sinergia e di collaborazione avente lo scopo ultimo di fare il bene delle singole aziende e degli espositori. Lo spazio che riserviamo ai produttori di fibre, alle tintorie nel corso della rassegna ne è piena dimostrazione. Ma lo è anche l’attenzione che mettiamo nel proporre prodotti di creatività sostenibile, ovvero pensati per essere allo stesso tempo realizzati secondo criteri di rispetto socio-ambientale, ma anche frutto di soluzioni innovative, creative, così che possano essere alla base di capi di abbigliamento capaci di attrarre consumatori sempre più esigenti. Sono concetti sui quali continueremo a puntare, a partire dalla 62a edizione di settembre, perché siamo convinti che siano la carta vincente per garantire un futuro di successo all’industria tessile”.

 

Biella, 8 Maggio 2024

Back To Top