skip to Main Content

Anche durante l’ultima edizione, FILO ha portato sul palcoscenico della Networking Area i “Dialoghi di confronto” per dare spazio al dibattito sui temi più attuali quali sostenibilità, riuso dei materiali, tracciabilità. Si tratta di talk condotti dai protagonisti del settore, attraverso i quali vengono affrontati temi di grande attualità.

Il tema che ha percorso la 61a edizione di FILO è stato quello della circolarità nel tessile. Se ne è parlato in particolare durante la cerimonia di inaugurazione, partendo dall’esempio concreto del progetto pilota italiano del Recycling Hub. Alla discussione hanno partecipato: Elena Chiorino, Assessore a Istruzione e Merito, Lavoro e Formazione della Regione Piemonte; Sergio Tamborini, Presidente SMI Sistema Moda Italia; Paolo Barberis Canonico, Vicepresidente Unione Industriale Biellese; Marco Farina, Responsabile Valutazione e Sviluppo Progetti A2A Ambiente; Giovanni Marchi, Presidente di MagnoLab. Tutti i relatori hanno sottolineato come l’economia circolare e il riutilizzo dei materiali possano rappresentare un’ottima opportunità di sviluppo e innovazione per l’industria del tessile-abbigliamento.

Nel corso dei due giorni di fiera si è poi parlato delle strategie e azioni per una sostenibilità duratura, che sono state presentate da Elisa Gavazza, Quality Management and Assurance Director di ZDHC. Luca Olivini di C.L.A.S.S. ha tenuto un dialogo sui pionieri dell’innovazione responsabile nel settore tessile-moda. Carlo Covini, BD Manager di Lenzing AG, ha affrontato il tema della versatilità delle fibre cellulosiche e Carlo Mazzoni, Direttore di Prototipo Studio, ha parlato della raccolta, stigliatura, macerazione e filatura dei filati di canapa in Italia. Infine, Olga Pirazzi di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto ha parlato della filosofia del colore tra circolarità e innovazione.

Back To Top