skip to Main Content

52a edizione di Filo: la sostenibilità secondo FiloFlow

52a edizione di Filo: la sostenibilità secondo FiloFlow

È al di là delle aspettative il successo che FiloFlow, il progetto sostenibilità di Filo, ha raccolto tra le aziende espositrici della 52a edizione.
Lanciato nella primavera scorsa, FiloFlow è un progetto di lungo periodo di tracciatura della filiera. Il suo obiettivo primario è mettere in evidenza e valorizzare i processi di produzione e i prodotti sostenibili realizzati dagli espositori di Filo.

I primi risultati di FiloFlow sono stati presentati oggi nel corso della prima giornata della 52a edizione di Filo, che si tiene fino a domani al Palazzo delle Stelline di Milano. Disegnano un quadro confortante della consapevolezza delle aziende espositrici verso una tematica che è sempre più al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica mondiale: lo dimostra, a livello planetario, il Climate Action Summit dell’Onu che si è appena concluso a New York; e a livello italiano, per restare nella città che ospita Filo, lo dimostra la Milano Green Week, che si svolge proprio in questi giorni e che punta a coinvolgere i cittadini nel rendere la città più verde e sostenibile.

Se dunque i consumatori e i mercati sono sempre più alla ricerca di una “moda sostenibile”, le aziende che espongono a Filo sono pronte a fare la loro parte e a rispondere a queste esigenze, consapevoli che la sostenibilità si può costruire solo coinvolgendo tutta la filiera.
Al progetto FiloFlow ha infatti aderito il 35% degli espositori. L’82% di loro utilizza anche materie prime originate da riciclo, pre e post-consumo, biomateriali. Sotto il profilo della tracciabilità di filiera, il 96% usa materie prime di origine certificata. L’81 per cento delle aziende nell’ultimo anno ha acquistato (o deciso di acquistare) nuovi macchinari che riducono i consumi di energia o acqua e in generale l’impatto ambientale. L’81% delle aziende dichiara di consumare meno energia rispetto al passato, soprattutto elettricità (95%) ma anche gas (25%). Sono dati certamente positivi, però solo il 22% delle imprese ha un impianto per il recupero di calore e solo il 40% un impianto di energia da fonti rinnovabili: è evidente che qui i margini di miglioramento sono ampi. Il 75% delle aziende ha ridotto il consumo di acqua. Il chemical management è una questione che riguarda in particolare le tintorie: tra quelle che hanno aderito a FiloFlow, il 92% ha ottenuto una certificazione. Il 68% delle imprese ha iniziato un percorso che le porta a riutilizzare o riciclare internamente gli scarti di lavorazione; il 72% li rivende ad altre attività manifatturiere.
Sotto il profilo etico-sociale, il 75% delle aziende ha introdotto piani di formazione continua dei propri dipendenti; il 40% ha un sistema di misurazione della soddisfazione dei dipendenti e il 61% ha realizzato un proprio sistema di welfare.
C’è molta attenzione anche verso i fornitori: il 79% delle aziende ha predisposto un sistema di certificazione e monitoraggio dei propri fornitori, che nell’82% dei casi si basa su indicatori condivisi dagli stessi fornitori.
L’89% delle aziende ha nominato un responsabile della sostenibilità.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati della prima fase di FiloFlow – dichiara Paolo Monfermoso, responsabile di Filo – Il numero di adesioni è andato al di là delle nostre aspettative, coinvolgendo espositori italiani e stranieri. Anche dal punto di vista dei contenuti, i dati mostrano quanto le nostre aziende siano già consapevoli della centralità della questione “sostenibilità” per il futuro del tessile-abbigliamento. Da sottolineare anche le iniziative che le aziende espositrici hanno intrapreso per migliorare le condizioni di lavoro e il benessere dei propri lavoratori, consolidando una lunga tradizione di alcune realtà dell’imprenditoria italiana. Una volta di più Filo dimostra di essere una fiera che propone l’eccellenza dei filati, da oggi non più solo sotto il profilo della qualità e dell’innovazione, ma anche sotto quello della sostenibilità”.

Scarica file

Back To Top